Tramonto a Sharm
:: INFORMAZIONI ::
HOME
GUIDA AL VIAGGIO
TERRITORIO
CULTURA
DISCOTECHE E LOCALI
EVENTI
GASTRONOMIA
TRASPORTI
VOLI
HOTEL
CROCIERE
:: LOCALITA' DA VISITARE ::
ABU GALUM
NABQ
ISOLA DEL FARAONE
MONTE SINAI
OASI DI FEIRAN
RAS MOHAMMED
SANTA CATERINA
:: ATTIVITA' ::
SULLA TERRAFERMA
SPORT NAUTICI
IMMERSIONI
SNORKELING
MANTENERSI IN FORMA
 
 
MONTE SINAI

Collocato a sud del Monastero di Santa Caterina, ha un grande valore religioso soprattutto per Ebrei, Cristiani e Musulmani.
Ogni anno migliaia di semplici turisti o pellegrini si recano su questo Monte, dove la religione vuole che Mosè ricevette da Dio le Tavole della Legge.
I luoghi del Sinai sono citati oltre che nell'Antico Testamento anche nel Corano e la leggenda dice che Maometto nei suoi viaggi passò proprio su questo Monte.

I visitatori possono ascendere la vetta salendo i circa 4.000 gradini eretti dai monaci o seguendo un sentiero più facile ma più lungo. Entrambi i tragitti conducono ad una zona all'aperto conosciuta come Bacino di Elia, da dove partono i restanti 700 gradini circa che conducono verso la cima. In vetta vi è la Cappella della Santa Trinità, costruita nel 1934 sul sito di un’antica cappella del 363 d.C..

Uno dei più importanti siti archeologici del Sinai si trova circa 40 km ad est di Abu Zenima. Qui i Faraoni della III Dinastia vi inviarono delle squadre di operai per estrarre il turchese, una pietra preziosa, dal caratteristico colore blu cielo, dalla quale veniva ricavato l’omonimo pigmento col quale colorare statue e altri oggetti.

Nel 330 d.C., la madre dell'Imperatore Costantino, ordinò la costruzione di una piccola chiesa, presso il Roveto Ardente di Mosè, ai piedi del monte Sinai, chiamata Chiesa della Trasfigurazione. Nell’XI secolo il monastero fu dedicato a Santa Caterina d'Alessandria, morta nel 310 d.C.

Una delle meraviglie naturali del Sinai è il maestoso canyon colorato. Queste si formarono nel corso del tempo grazie all'azione degli elementi naturali, quali ossido ferroso e manganese. In certi punti il percorso è difficoltoso ed è necessaria una minima preparazione fisica per non correre rischi. Il sentiero è stretto fra pareti di arenaria, striate di gialli, viola, rosso e oro.

A sud-est del Monte Sinai si trovano misteriose strutture preistoriche note come Nawamis. Queste sono costruzioni circolari inclinate verso l'interno, realizzate con lastre di arenaria e dotate ciascuna di un'apertura rivolta ad occidente, le cui altezza variano dai 2 ai 2,5 metri. All'interno di queste strutture, gli archeologi hanno rinvenuto braccialetti di conchiglie, perline colorate, attrezzi in silice, piccole brocche, oltre ad arnesi d'osso e di rame.
Probabilmente i Nawamis erano antiche camere funerarie, al cui interno venivano sepolte le persone delle quali oggi ne resta misteriosa l'identità.

Copyright ©2006 SharmElSheikh.EU - tutti i diritti riservati - Privacy Policy